Impianto Eolico
eolico

Il 14% del fabbisogno energetico mondiale al giorno d’oggi è rappresentato dall’energia rinnovabile. La produzione di energia avviene attraverso l’impianto eolico il quale trasforma in energia elettrica, quella proveniente dal vento.

Cos'è l'Energia?

E’ bene definire, prima di parlare di energia rinnovabile, cosa sia l’energia e come venga definita in ambito fisico. In generale, l’energia è una grandezza fisica che descrive la capacità di un sistema fisico o in particolare di un corpo di compiere un certo lavoro. Anche se quest’ultimo sia o possa essere svolto.

Come viene sfruttata l'energia eolica?

Tutto ciò che è in grado di produrre energia viene chiamata ” fonte energetica”. Come primo esempio si potrebbe pensare al Sole, la più importante fonte di energia per la Terra. Infatti tutte le altre energie presenti sul pianeta terrestre derivano da essa.

L’energia eolica potremmo quindi definirla, energia primaria. In effetti, le fonti energetiche vengono suddivise proprio in 2 classi : energie primarie ed energie secondarie.

Nel caso specifico, l’impianto eolico, sfrutta l’energia cinetica della massa d’aria per trasformarla in energia elettrica. E’ considerata una delle più promettenti fonti rinnovabili per la produzione dell’energia elettrica

Impianto Eolico

La torre eolica è una struttura in acciaio e cemento alta dai 50 ai 100 metri. In cima è posizionata una navicella ad asse orizzontale. Su quest’ultima è applicato un rotore formato da eliche di grandi dimensioni ( il diametro può arrivare sino a 70 metri)




eolico
eolico

Ogni elica aziona un generatore elettrico che, a causa della velocità non costante del vento, è una macchina asincrona. Nell’impianto eolico inoltre è impiegato un sistema frenante che impedisce il raggiungimento di velocità pericolose per l’impianto stesso.

L’energia elettrica prodotta dal generatore asincrono in bassa tensione(500V-800V) è convertita dal trasformatore in media tensone, ovvero la tensione ncessaria per il collegamento in rete nazionale.

  • Utilizzo

    L’impianto fotovoltaico è un tipo di impianto non programmabile poichè produce energia elettrica finchè le condizioni ottimali per la produzione della stessa sussistono.

  • Rendimento

    La potenza nominale di una torre eolica può andare da 1MW a 5 MW ( MegaWatt) in condizioni ottimali di ventosità e a seconda del tipo di macchina. Un’ altro importante fattore è i capacity factor espresso come rapporto percentuale tra l’energia prodotta in un certo periodo di tempo e l’energia che l’impianto produrrebbe lavorando per lo stesso periodo alla sua potenza nominale. In Italia il capacity factor degli impianti eolici medio stimato è del 18%.

  • Impatto Ambientale

    La produzione eolica, se non localizzata in siti desertici, produce un inaccettabile inquinamento paesaggistico, confrontabile con quello di una centrale termoelettrica. Vi è anche da considerare l’inquinamento acustico dovuto alla rotazione delle pale e il danneggiamento ai danni dell’avifauna ( insieme di volatili della regione).

Gli impianti fotovoltaici possono essere di due tipi:

  • Impianto connesso alla rete elettrica: può immettere in rete erogando potenza in eccesso rispetto alle utenze che ci sono nello stesso impianto (interne), l’eccesso può essere immesso in rete. Se le utenze superano la produzione dell’mpianto fotovoltaico, l’energia viene prelevata dalla rete.
  • Impianto indipendente dalla rete : è chiamato anche impianto ad Isola. Dispone di una batteria di accumulo per far fronte alle ore in cui non viene prodotta sufficiente energia.

Le torri eoliche sono raggruppate in parchi eolici, comprendenti 20-30 torri. I parchi sono situati in siti molto estesi e con grande abbondanza di vento costante.

Come si capisce se il sito è adeguato?

Si misurano in un tempo considerevole ( 1 anno – 3 anni ) le misure delle velocità del vento in modo da riuscire a capire e a determinare se l’impianto eolico incontrerà un vento ad una velocità sufficiente e costante.

In mancanza di siti adatti sulla terraferma, i parchi eolici sono realizzati in mare. Questo metodo è molto diffuso nel Nord Europa, queste centrali eoliche vengono denominate offshore.

In Italia il primo impianto eolico è stato realizzato in provincia di Sassari, con la centrale ENEL di Alta Nurra, inaugurata nel 2002 e dotata di 7 torri eoliche  da 1,75 MW ciascuna. Nel 2010 poi, la produzione eolica nazionale disponeva di ben 4852 torri eoliche con potenza complessiva di 5797 MW ( in media 1,20 MW ciascuna ).